Città Metropolitana

REGISTRATI | LOGIN

Info Citt�

Info città > Bologna. Ricatta prete con film hard: fermato

Bologna. Ricatta prete con film hard: fermato

Autore: albi2222
Pubblicata il: 04/06/2010 17:09
Città: Bari - Bologna - Cagliari - Catania - Firenze - Genova - Messina - Milano - Mogliano Veneto - Napoli - Padova - Palermo - Roma - Sassari - Torino - Treviso - Trieste - Venezia -
Categoria: News

Un 18enne romeno è stato arrestato dalla polizia di Bologna con l'accusa di estorsione ai danni di un prete 69enne. Quest'ultimo è stato ricattato dal giovane e da un paio di familiari: con la minaccia di rendere pubblico un filmato porno, il prete ha versato 2mila euro. Quando è arrivata una nuova richiesta di soldi ha deciso di denunciare. Il sacerdote non è stato indagato per abusi in quanto il filmato ritraeva atti sessuali consenzienti.


A metà febbraio il religioso si è rivolto alla polizia e, dopo alcuni mesi di indagini, intercettazioni telefoniche e il sequestro del filmato, per il ragazzo è arrivato un provvedimento di custodia cautelare del Tribunale per i Minorenni di Bologna, chiesto dal pm Eufemia Milelli.

Il giovane, che all'epoca dei fatti aveva 17 anni, è accusato di estorsione e tentata estorsione. Ora sarà collocato in una comunità di accoglienza. Per gli stessi reati sono indagati dalla Procura ordinaria anche il padre e la convivente dell'uomo che, secondo le indagini della squadra Mobile, avrebbero partecipato all'attività estorsiva. I fatti, secondo la ricostruzione della polizia, sono avvenuti in una chiesa del centro di Bologna, dove si svolgono attività assistenziali rivolte a minori, immigrati e famiglie in difficoltà. In questo contesto il religioso avrebbe conosciuto il romeno.

Dopo settimane di minacce di denunciarlo e di fargli del male, e accuse di avere "rovinato per sempre" il ragazzo, il prete avrebbe consegnato 2mila euro alla famiglia di romeni. Quando si è sentito chiedere altri soldi (500 euro) ha deciso di andare in questura a raccontare tutto. Le richieste estorsive, intercettate dalla polizia, sono proseguite fino a marzo.

Nei giorni scorsi la polizia, in una perquisizione, ha sequestrato il filmato girato dal giovane con il telefonino, e che sarebbe stato utilizzato per ricattare il religioso. A quanto si è appreso, l'indagine avrebbe chiarito che non si è trattato di abusi, ma di atti sessuali consensuali.



Condividi su:   Bookmark and Share



Commenti pubblicati:

  • Nessun commento

Inserisci il tuo commento:

Devi essere registrato per inserire un commento. Verrà pubblicato solo il tuo Nickname.

+ Clicca qui per accedere al portale

+ Non sei registrato? Registrati...



Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni dei portali del gruppo www.cittametropolitana.com. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.

Ad esempio, i commenti non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili,
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale,
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc.


I contributi che risulteranno in contrasto con detti principi non verranno pubblicati.
Per segnalare abusi e problemi: info@cittametropolitana.com

Copyright © 2009    |    www.cittametropolitana.com    |    info@cittametropolitana.com    |    P.I.: 03705830276    |    Credits    |    Note Legali